In ottemperanza alla direttiva UE sulla riservatezza, ti informo che questo sito usa i cookie per gestire autenticazione e navigazione e per altre funzioni di sistema. Cliccando su Acconsento accetti la registrazione di questi cookie nel tuo computer. Se non accetti, alcune funzioni del sito saranno inibite - A cosa servono i cookies? Clicca per scoprirlo

Hai deciso di non utilizzare i cookies. Questa decisione puo' essere cambiata

Hai accettato di salvare i cookie sul tuo pc. Questa decisione puo' essere revocata

Cerca

Lingua sito

English French German Italian Portuguese Russian Spanish

Login

banner3
banner4

Con il 2015 sugli acquisti online verrà applicata l’aliquota del Paese dell’acquirente e non quello del venditore come è accaduto sino ad ora. Lo ha deciso l’Europa.

.

 

Con il 2015 cambieranno le regole per gli acquisti online. Lo ha deciso l’Europa. Dal prossimo gennaio, come riporta Corriere Comunicazioni, ai prodotti verrà applicata l’aliquota Iva del Paese dell’acquirente e non quello del venditore come accadrà sino alla fine dell’anno in corso.

In altre parole, se l’acquirente è Italiano e acquista su un sito inglese o lussemburghese, sarà applicata l’aliquota Iva dell’acquirente. Il primo esempio che mi viene in mente è Amazon che ha sede in Lussemburgo dove beneficia di aliquote agevolate….

Per scoprire tutte le nuove regole, seguire il link →

acquisti-online

 

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna