In ottemperanza alla direttiva UE sulla riservatezza, ti informo che questo sito usa i cookie per gestire autenticazione e navigazione e per altre funzioni di sistema. Cliccando su Acconsento accetti la registrazione di questi cookie nel tuo computer. Se non accetti, alcune funzioni del sito saranno inibite - A cosa servono i cookies? Clicca per scoprirlo

Hai deciso di non utilizzare i cookies. Questa decisione puo' essere cambiata

Hai accettato di salvare i cookie sul tuo pc. Questa decisione puo' essere revocata

Cerca

Lingua sito

English French German Italian Portuguese Russian Spanish

Login

banner3
banner4

Ancora nulla di fatto per l’adeguamento dell’aliquota dei libri digitali a quella dei cartacei. Tutto rinviato alla riunione del Consiglio della Cultura che si terrà a novembre il 25 novembre.

.

 

Niente di fatto, solo tante parole e una pre-bocciatura per la proposta di adeguamento dell’Iva degli e-book  al 4% dei libri cartacei.

Eppure il Ministro Dario Franceschini in collaborazione con l’Aie-Associazione Italiana Editori, aveva lanciato anche la campagna #unlibroèunlibro…

I Ministri, come spiega Il Fatto Quotidiano, si sono riuniti e hanno discusso e hanno rinviato la decisione alla riunione del Consiglio della Cultura che si terrà il 25 novembre.

Chi ha votato contro?

Perché dovrebbero cambiare idea?

Continua a leggere la storia qui

 

unlibroeunlibro

 

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna