In ottemperanza alla direttiva UE sulla riservatezza, ti informo che questo sito usa i cookie per gestire autenticazione e navigazione e per altre funzioni di sistema. Cliccando su Acconsento accetti la registrazione di questi cookie nel tuo computer. Se non accetti, alcune funzioni del sito saranno inibite - A cosa servono i cookies? Clicca per scoprirlo

Hai deciso di non utilizzare i cookies. Questa decisione puo' essere cambiata

Hai accettato di salvare i cookie sul tuo pc. Questa decisione puo' essere revocata

Cerca

Lingua sito

English French German Italian Portuguese Russian Spanish

Login

banner3
banner4
.

 

mauriziolupi

A Roma si dice proprio così: o c’è o ce fa. Tradotto: o è incapace o è colluso. Mi spiego ancora meglio: che sia diventato un “burattino” nelle mani di Ercole Incalza per incapacità o per connivenza, la conclusione è sempre la stessa: se ne deve andare.
Ovviamente sto parlando del Ministro Maurizio Lupi.
Questa è la prima considerazione.
La seconda è la seguente. Adesso ho capito perché la TAV è così importante (!!!) e perché l’Italia proprio non ne può fare a meno.
La domanda è: per chi è importante?
Per i cittadini o per chi può trarne illecitamente guadagni esorbitanti?

Secondo i magistrati che stanno indagando, i costi degli appalti venivano gonfiati del 40%.
Vi immaginate quante opere, socialmente utili, si potrebbero mettere in cantiere senza queste e analoghe ruberie e corruttele?

Giovanni Falcone diceva di seguire i soldi, adesso, oltre ai denari, bisognerebbe verificare i posti di lavoro e il tenore di vita di figli, parenti e amici dei nostri amici politici.
Sempre peggio.
Marinella Zetti

 

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna