In ottemperanza alla direttiva UE sulla riservatezza, ti informo che questo sito usa i cookie per gestire autenticazione e navigazione e per altre funzioni di sistema. Cliccando su Acconsento accetti la registrazione di questi cookie nel tuo computer. Se non accetti, alcune funzioni del sito saranno inibite - A cosa servono i cookies? Clicca per scoprirlo

Hai deciso di non utilizzare i cookies. Questa decisione puo' essere cambiata

Hai accettato di salvare i cookie sul tuo pc. Questa decisione puo' essere revocata

Cerca

Lingua sito

English French German Italian Portuguese Russian Spanish

Login

banner3
banner4

Clic.. ripetuti clic, ma nulla accade.
Allora controllate il cavo o il wireless: e compare la scitta "NESSUNA CONNESSIONE".
A quali livelli arriva la vostra ansia?
E pensate ancora di non essere dipendenti?

.

 

Giochi di ruolo, pellicole e racconti apocalittici hanno già disegnato questo scenario, quello della morte del Web.
Impossibile?  No, al contrario: molto più plausibile di quanto immaginiate.
Così molti hanno iniziato a chiedersi cosa potrebbe accadere loro.
La domanda principe a questo punto diventa: per me cosa è insostituibile del Web, cosa perderei a cui non voglio rinunciare?
La Rete è sempre più una mastodontica biblioteca di dati, informazioni (da verificare) e applicazioni. Vocabolari, sistemi di traduzione, il colosso Google che per ogni domanda ha in serbo... milioni di risposte.
Ma sopra ogni cosa la Rete è la interconnessione tra persone. 
Quanti rapporti, amicizie, collaborazioni avete stabilito grazie ad Internet?
E quanto tutto ciò ci lascerebbe spaesati, dovesse improvvisamente finire?
Poi vi sono "quelli del complotto"; persone che credono noi si sia assolutamente e totalmente dominati da un'Entità X o da un gruppo di Entità grige. E se questi decidessero un accesso a diversi livelli alla Rete, e se oltre a calmierare l'utilizzo ne stabilissero l'opportunità? Tu puoi relazionarti con John Bick e tu no... Se la cosiddetta autostrada Web fosse dotata di ingressi a pagamento e solo per pochi tutto fosse accessibile, mentre le masse fossero messe in condizione di percorrere solo "strade" controllate?
Non sono domande nuove, ma a porle sono sempre di meno, almeno fino a quando...
Fino a quando uno stato, come ad esempio l'Ungheria, minaccia di mettere Internet a pagamento. Una tassa poi rientrata per le proteste popolari, ma fino a quando?  
Qualcuno già dice che la Rete sta arrivando al collasso: siamo in troppi a navigarla, troppi che tra l'altro non creano Business. Un esempio per tutti è Facebook, il social network più frequentato del pianeta: le pubblicità veicolate tramite suo non rendono quanto ci si sarebbe immaginati. OK spiano la nostra privacy, conoscono i nostri gusti, cosa compriamo onlline, quali film e libri e musiche amiamo, ma poi se c'è la crisi, tutti questi dati raccolti non diventano denaro. E allora?
Allora attenzione, alla fine della Seconda guerra mondiale (tanto per ricordare) il WWW non esisteva ancora, e quel tempo è appena dietro l'angolo, ed a spegnere tutto basta un solo Clic!
F.P.M.

www-web

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna